Ladies and gentlemen: SAM PECKINPAH

Sono Massimiliano “DonMax” Romualdi e oggi voglio raccontarvi la storia di un uomo che per decenni è stato considerato il regista della violenza ma se fosse stato solo questo non ci sarebbe molto da dire. Signore e signori, lasciatemi introddure Sam Peckinpah. L’elemento “violenza” è presente in modo prepotente in buona parte dei suoi film … More Ladies and gentlemen: SAM PECKINPAH

A Touch of Zen: quando le botte incontrano il Buddhismo.

Vincitore de Il Gran Premio della Commissione Tecnica Superiore al Festival di Cannes nel 1975, A Touch of Zen è uno dei capolavori del genere Wuxia. Firmato Hu Jinquan, meglio noto come King Hu, il film in questione è un susseguirsi di combattimenti strabilianti caratterizzati da coreografie realizzate sublimemente, alcune delle quali girate in ambienti in … More A Touch of Zen: quando le botte incontrano il Buddhismo.

Ascensore per il patibolo, un noir all’alba della Nouvelle Vague

Ripercorrendo la storia del cinema, è interessante notare come lo scambio d’influenze tra diverse scuole sia stato veicolo di evoluzioni stilistiche che sopravvivono ai giorni nostri. Il crime è il genere che mi desta maggior interesse per esporre questo ragionamento, grazie alla sua capacità di scavare nel sociale in epoche insospettabili, riflettendo i costumi di … More Ascensore per il patibolo, un noir all’alba della Nouvelle Vague

Notorious

Miami, Florida, 24 Aprile 1946, ore 15:20. In un tribunale della città, il signor Huberman (Fred Nurney) viene condannato a 20 anni di carcere per spionaggio. Infatti è accusato di aver venduto informazioni fondamentali e segretissime alle spie tedesche. Soffermiamoci per un momento su questi primi attimi di filmato. La pellicola uscì nelle sale nel 1946 … More Notorious

It follows

..Il film nasce da un incubo della mia infanzia in cui qualcosa m’inseguiva, in modo lento ma inarrestabile. Nel sogno ero nel parco giochi della scuola quando vedevo un altro bambino venirmi incontro, e lì sapevo, non so come, che si trattava di un mostro. Quindi scappavo, fino alla fine dell’isolato, fermandomi ad aspettare. Dopo … More It follows

TUCK-ME-IN

Realizzare un buon film horror è sempre un’impresa dura. Spesso si sfocia nella gratuitità della violenza e si dimentica il sentimento o meglio la paura. Eppure il corto da un minuto Tuck me in inquieta in poco, pochissimo. Il titolo traducibile in italiano come Rimboccami le coperte del regista spagnolo Ignacio F. Rodó in meno … More TUCK-ME-IN