TUCK-ME-IN

Realizzare un buon film horror è sempre un’impresa dura. Spesso si sfocia nella gratuitità della violenza e si dimentica il sentimento o meglio la paura. Eppure il corto da un minuto Tuck me in inquieta in poco, pochissimo. Il titolo traducibile in italiano come Rimboccami le coperte del regista spagnolo Ignacio F. Rodó in meno di 60 secondi vi farà correre brividi lungo la schiena. Ambientato in una cameretta, con due soli attori come protagonisti ed una colonna sonora inquietante da sottofondo, l’opera minimale si incentra su un padre ed un bambino che sta per andare a dormire. Sta per rimboccargli le coperte e per dargli la buonanotte. La calma, la quotidianità, viene interrotta da una frase tanto innocente quanto fatale; il figlioletto chiede al padre di controllare sotto il letto che non ci sia nessuno.

i bambini sono il futuro
i bambini sono il futuro, cit.

Il piccolo protagonista chiede quello che ognuno di noi ha chiesto almeno una volta nell’infanzia al proprio padre, un padre che esegue l’ordine e si abbassa a controllare. In questo modo però il genitore scopre che sotto il letto si nasconde il vero figlio, terrorizzato e spaesato, che lo avvisa dicendogli: “Papà, c’è qualcuno nel mio letto”. Il resto della storia è lasciato all’immaginazione dello spettatore, un’immaginazione che viaggia in episodi paralleli altrettanto terribili. Vincitore del Filminute, il Festival del film che durano un minuto, Tuck me in beffandosi delle grandi produzioni, in 60 secondi dimostra come per mettere paura basta una buona idea.

Tuck me in, il filmato.

Massimiliano “DonMax” Romualdi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...